“Che belle gambe a sciabola!”

Cosa saranno mai le gambe a sciabola? Gambe così belle da trafiggere il cuore come una sciabola? In effetti, qualcosa di simile! Le gambe a sciabola sono gambe il cui profilo ricorda appunto la forma di una sciabola dalla lama ricurva e costituiscono una delle caratteristiche fisiche più ambite nel mondo della danza (soprattutto classica).

Perché sono così ambite?

Perché esteticamente le linee curve risultano sempre più armoniose ed eleganti delle linee dritte e l’estetica è innegabilmente un aspetto importante della danza in generale e del balletto classico in particolare.

Da cosa dipendono?

In massima parte, dipendono da caratteristiche congenite di lassità dei legamenti. I legamenti sono dei cordoni di tessuto connettivo fibroso che a livello delle articolazioni, come l’articolazione del ginocchio, tengono uniti tra loro i diversi segmenti ossei che formano l’articolazione stessa. Se i legamenti presentano una rigidità ed una tensione inferiore alla norma, si verifica una condizione di maggiore mobilità articolare rispetto al consueto. Per questa ragione le gambe di una persona che presenta lassità dei legamenti sono in grado di estendersi oltre i 180° a livello del ginocchio, determinando appunto la forma a sciabola.

Ma allora è pericoloso averle?

alina somova

Alina Somova ha delle meravigliose gambe a sciabola

Non proprio pericoloso, a meno di casi estremi. Però una maggiore lassità dei legamenti comporta una ridotta capacità dei legamenti stessi di stabilizzare l’articolazione, con conseguente maggiore rischio di traumi e lesioni. Considerato poi che nella danza classica questa caratteristica fisica è molto apprezzata, c’è una tendenza a enfatizzarla. Per i ballerini professionisti che hanno già sviluppato un’adeguata muscolatura di sostegno e hanno imparato a gestire le proprie possibilità di iperestensione, i rischi sono limitati. I giovani che studiano danza e hanno la fortuna di essere dotati di questa caratteristica fisica devono però fare molta attenzione a non sollecitare troppo l’articolazione per non farsi male.

Ballare è più difficile con le gambe a sciabola?

Il profilo “a sciabola” è dovuto all’iperestensione del ginocchio ed è spesso associato ad un pronunciato collo del piede. Come detto, nella danza queste caratteristiche sono molto apprezzate e sono un punto a favore se si desidera intraprendere la strada del professionismo. Tuttavia, predispongono con maggiore facilità le articolazioni al rischio di traumi, soprattutto nel caso di giovani ancora in fase di sviluppo, quando ancora la muscolatura non è pronta a controbilanciare le sollecitazioni eccessive a carico dell’articolazione che possono derivare da alcuni passi, pose o salti. Inoltre, la linea curva che assume la gamba in iperestensione facilita lo sbilanciamento, rendendo più difficile mantenere l’equilibrio. In un certo senso è quindi più difficile, almeno all’inizio, ballare per chi ha le gambe a sciabola. Tuttavia un corretto studio permette di imparare a gestirle, come spiega brillantemente Misty Copeland in questo video.

Le gambe a sciabola sono apprezzate solo nel caso delle ballerine donne?

No, sono molto apprezzate anche negli uomini. Tuttavia la lassità dei legamenti è una condizione che si verifica più frequentemente nelle donne.

Le gambe a sciabola sono una caratteristica irrinunciabile per i ballerini professionisti?

maya plisetskaya

Maya Plisetskaya, meravigliosa ma con gambe dalle linee piuttosto dritte

No, ma innegabilmente facilitano il passaggio al professionismo. In passato ci sono state ballerine che sono entrate nella storia, come Maya Plisetskaya o Margot Fonteyn, che erano dotate di eccezionali capacità interpretative, artisticità e presenza scenica, ma non avevano gambe dalle linee eccezionali. Nel panorama della danza classica attuale è difficile affermarsi nelle compagnie tradizionali di massimo livello, soprattutto per le ballerine donne, se non si è dotate di questa caratteristica fisica. Tuttavia spesso le compagnie meno tradizionali o che prediligono altri stili di danza applicano regole meno rigide e i canoni estetici sono in continua evoluzione, quindi se la carenza nella linea delle gambe è compensata da altre doti interpretative e tecniche l’ingresso nel mondo del professionismo non è precluso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...